Questo sito è accessibile da tutti i browser e gli user agent, ma il design e alcune funzionalità minori dell'interfaccia saranno visibili solo con i browser che rispettano gli standard definiti dal W3C.

BROTZU ONLINE
BROTZU MEDIA
LA REDAZIONE
LA SCUOLA

"Vivo sicuro"

L’assemblea di fine anno è un successo

Mercoledi 8 Maggio si è svolta l’ultima assemblea studentesca dell’anno, ma, come molti già affermano, la prima dell’anno prossimo. Lo staff organizzativo si è incontrato la mattina presto, per preparare attrezzature tecniche, mixer, sedie, e monitor, aiutati dalla musica del Dj che ha accompagnato i minuti prima dell’inizio dell’assemblea. Questo “Spazio di libertà”, come ribadito da Prof. Cosseddu in uno dei suoi interventi, deve essere impegnato al meglio perché queste opportunità non sono molte, sia dentro che fuori dalla scuola.

 

 

Il primo punto all’ordine del giorno della discussione non poteva che essere “Perché fare assemblea?”, per spiegare le ragioni, le questioni che possono essere affrontate durante questi momenti. Inoltre, sono stati invitati tutti  tutti i partecipanti a cercare di sensibilizzare  i compagni delle rispettive classi a non vederle solo come opportunità di vacanza. 

 

Si è parlato anche del concorso Vivo Sicuro al quale è stato riservato un ampio spazio. Mauro Cicalò, organizzatore del progetto e della pagina facebook del concorso ha sottolineato più volte l’importanza di continuare questa iniziativa: “Quando ci siamo chiesti quale fosse il modo migliore per ricordare degnamente Leo, poteva esserci solo una risposta, ripetere l’esperienza progettando e realizzando la nuova edizione del concorso ’Vivo Sicuro’. Infatti, il nostro desiderio era quello di aiutare i nostri compagni, i nostri amici affinché questi tragici fatti non succedano più”. Nello stesso intervento è stato ricordato ai presenti che “il concorso è nato spontaneamente da noi ragazzi per noi ragazzi nel 2011, ora con questa 3^ edizione, siamo riusciti a diventare un punto di riferimento per l’intera comunità di Quartu S.Elena ma la stessa iniziativa è conosciuta dalle università di Cagliari e Bologna”.

 

Successivamente hanno preso la parola i due ospiti: il Dottor Virdis, comandante della polizia locale di Quartu e il Dottor Mattera, vice questore della polizia di stato di Quartu. I Rappresentanti delle forze dell’ordine hanno spiegato quali sono le principali cause degli incidenti stradali tra i giovani, concentrandosi sull’abuso di alcol e droga. Inoltre, hanno elogiato la nostra iniziativa un esempio che bene si integra con altri loro progetti sull’educazione stradale.

 

 

Infine, ha preso la parola  Mauro Cicalò, per proporre una manifestazione che lo staff di Vivo Sicuro si appresta ad organizzare: “Vogliamo organizzare una biciclettata, per sensibilizzare sia la comunità che l’amministrazione della nosta città sul problema delle piste ciclabili. Sappiamo che spesso le persone si lamentano della scarsità di spazi a loro disposizione, non hanno la minima voglia di cambiarle. Noi lo vogliamo!”

 

 

I commenti dei ragazzi, al termine dell’assemblea, che si è svolta nella  tensostruttura, erano molto positivi; ai loro commenti si sono aggiunti quelli, graditi, degli ospiti e del preside.

 

M. C.

 





 Scrivi alla Redazione  Versione stampabile  Invia questo articolo
Credits