Questo sito è accessibile da tutti i browser e gli user agent, ma il design e alcune funzionalità minori dell'interfaccia saranno visibili solo con i browser che rispettano gli standard definiti dal W3C.

BROTZU ONLINE
BROTZU MEDIA
LA REDAZIONE
LA SCUOLA

"Vivo sicuro"

"Con la scodella ci bevo il latte!"

Martedì 20 Aprile 2010 è stata il giorno dell’azione, in cui l’I.I.S. Brotzu con altri istituti superiori della provincia di Cagliari ha organizzato una manifestazione per sensibilizzare la gente sulla sicurezza stradale e per chiedere alle autorità di fare qualcosa in seguito al tragico incidente costato la vita a Leonado Secci poco più di una settimana prima. Gli organizzatori avevano previsto una partecipazione massiccia, si calcolavano circa 5.000 presenze, avendo precedentemente avvisato tutte le scuole della provincia tramite una serie di chiamate fatte ai vari rappresentanti d’istituto delle diverse scuole. Per motivi di sicurezza il percorso è stato cambiato più volte, per via degli accordi presi con la questura; infatti, il corteo non ha avuto l’autorizzazione per la  conclusione in piazza Palazzo (nel quartiere di Castello, a Cagliari) dove c’è la sede del consiglio provinciale presso la quale  i rappresentanti d’istituto avrebbero avuto  un colloquio precedentemente prefissato col presidente della provincia, Graziano Milia. Il percorso quindi è partito da piazza Garibaldi alle 10 e, dopo aver attraversato via Sonnino e via Roma, si è concluso in piazza del Carmine, come i numerosi scioperi "anti - Gelmini". A differenza di tutte le altre manifestazioni che hanno seguito questo percorso, questa era l’unica che ha lanciato un messaggio forte senza nominare politici e senza offendere nessuno. La manifestazione che aveva lo scopo di portare un messaggio di pace e di sicurezza a tutti quelli che potevano sentirci non è durata tantissimo, ma nonostante ciò gli slogan come "Leo deve essere il cambiamento" e "con la scodella ci bevo il latte!" sono riusciti ad arrivare a parecchi passanti che un pò sbigottiti cercavano di capire cosa stesse succedendo. Una volta giunti in piazza Carmine, Roberto Piras, rapresentante d’istituto del liceo scientifico, ha ringraziato tutti per la partecipazione e a riferito sugli esiti del colloquio avuto col presidente della provincia la sera prima (per via di impegni del presidente è stato necessario anticipare l’incontro). Alle varie segnalazioni fatte dai rappresentanti,  Milia ha sempre risposto positivamente, promettendo di mettere in sicurezza la strada provinciale 95, teatro del tragico incidente. Oltre ad aver accettato le numerose proposte, il presidente ha proposto di organizzare in tempi brevi un convegno per "la sensibilizzazione sulla sicurezza stradale" da tenere in un capannone della fiera al quale saranno invitate tutte le scuole della provincia. La data non è ancora stata stabilita ma si parla di settimane, tra gli interventi programmati per l’evento ci sarà l’intervento del migliore amico di Valentino Rossi, costretto in carrozzella dopo un incidente stradale, che saprà dare importanti raccomandazioni a tutti coloro che conseguiranno il patentino/la patente di guidai. A fine intervento Roberto ha proposto di fare un minuto di silenzio per ricordare chi ci ha fatto capire e chi ha dato la forza per chiedere un cambiamento sia alle autorità che a noi stessi, Leo. In poco tempo un migliaio di persone si son sedute in silenzio, forse riflettendo come ho fatto io, sul fatto che è dovuta morire una persona prima che ci acorgessimo che qualcosa andava fatta per cambiare una strada e per cambiare noi stessi...

 

 

 

Si ringrazia Riccardo Cuccu per le foto.

 

 

Alex Maxia

 

 Ricordando Leo

 





 Scrivi alla Redazione  Versione stampabile  Invia questo articolo
Credits