Questo sito è accessibile da tutti i browser e gli user agent, ma il design e alcune funzionalità minori dell'interfaccia saranno visibili solo con i browser che rispettano gli standard definiti dal W3C.

BROTZU ONLINE
BROTZU MEDIA
LA REDAZIONE
LA SCUOLA

In-formare con il sito  / Liceo classico

Il progetto "Disabìlia" incontra gli studenti del Liceo Classico

Il giorno 12 Novembre 2009, la Squadra Nazionale di Basket in Carrozzina ha incontrato gli studenti del Liceo Classico per una lezione particolare di Sport. Il progetto, denominato Disabìlia, nacque nel 1999 grazie alla passione per lo Sport di alcune persone disabili, in particolar modo nel mondo del Basket. L’incontro, della durata di un’ora circa, si è svolto suddiviso in diversi punti che toccavano gli argomenti più significativi e caratteristici di questo sport. Innanzi tutto è stato spiegato dettagliatamente che il Basket in carrozzina presenta solo qualche differenza rispetto al Basket normale: esse ovviamente consistono nell’uso della carrozzina e non delle gambe, in alcuni falli e nella modalità di gioco. Successivamente ci hanno mostrato le differenze che presentano le carrozzine normali da quelle fabbricate appositamente per il Basket di questo genere, esse infatti possono variare di altezza o di struttura a seconda del giocatore che la utilizza, e le ruote sono poste in modo obliquo per evitare che, quando più giocatori si scontrano, ci si faccia male alle mani. Economicamente parlando, praticare questo sport non è da tutti, tant'è che una carrozzina può costare anche oltre i 2.000 Euro.

Alla fine della spiegazione, i sette atelti presenti all'incontro hanno giocato una vera e propria partita di Basket in Carrozzina, mostrando dettagliatamente alcuni tipi di falli, di mosse e spiegando concretamente le regole che caratterizzano questo Sport. Una volta terminata la partita amichevole, alcuni alunni delle classi sono stati invitati a provare qualche tiro sulle carrozzine, così da far provare l'esperienza di questo mondo nuovo e certamente particolare.

Lo scopo di quest'incontro probabilmente è stato, oltre a condividere con gli alunni delle scuole questa passione, quello di stare in compagnia con degli argomenti diversi, particolari e innovativi. Un incontro all'insegna della cultura, del coordinamento delle attività sportive a fini agonistici, ricreativi ed educativi.





 Scrivi alla Redazione  Versione stampabile  Invia questo articolo
Credits