Questo sito è accessibile da tutti i browser e gli user agent, ma il design e alcune funzionalità minori dell'interfaccia saranno visibili solo con i browser che rispettano gli standard definiti dal W3C.

BROTZU ONLINE
BROTZU MEDIA
LA REDAZIONE
LA SCUOLA

Lavori Studenti  / 2^SB

Miti in chiave moderna

 

Miti in chiave moderna

 

 

Il 27 marzo, mi sono recato al teatro "Le Saline" di Cagliari per assistere allo spettacolo Metamorphosis, ideato dalla regista Elisabetta Podda nel quale sono stati rappresentati in chiave moderna quattro miti:

  • Fetonte ( figlio del Dio del Sole, morto guidando il carro del padre)
  • Narciso ( morto, perché sconvolto dall’eccessivo compiacimento di se stesso)
  • Medusa ( simbolo della violenza sulle donne)
  • Orfeo ed Euridice (due amanti, il cui amore, governato dal Fato, è destinato ad un tragico epilogo)

La storia è ambientata nell’Ade, anche per questo la luce è sempre bassa e soffusa e l’atmosfera sempre cupa, a dirigere il tutto vi sono Ade e Persefone che fanno rappresentare alle anime le varie vicende. La scenografia è molto ridotta: gli attori si muovano tra tavoli e panche e utilizzano vari oggetti di scena tra cui delle candele e una valigia. I costumi, fatta eccezione per l’uomo in rosso che rappresenta il fato, sono tutti semplici e neri. Gli attori sono venti e la maggior parte sono studenti della Suola d’Arte Drammatica di Cagliari. Lo spettacolo si è rivelato bello ed interessante. Nonostante qualche lamentela da parte degli attori per il chiasso. Personalmente la parte che ha suscitato maggiormente il mio interesse è il mito di Narciso. In generale penso che lo spettacolo sia stato interessante e fonte di riflessione, dati i numerosi parallelismi con la realtà contemporanea.

 

Lorenzo Locci II SB

 

Leggi anche:   Moderne Metamorfosi    Ovidio nella società odierna

 





 Scrivi alla Redazione  Versione stampabile  Invia questo articolo
Credits