Questo sito è accessibile da tutti i browser e gli user agent, ma il design e alcune funzionalità minori dell'interfaccia saranno visibili solo con i browser che rispettano gli standard definiti dal W3C.

BROTZU ONLINE
BROTZU MEDIA
LA REDAZIONE
LA SCUOLA

Scienze  / Fisica

Gli Antibrotzini al CERN

 Gli Antibrotzini al CERN



Nel mese di Novembre 2014 ( dal 24 al 28 ) un gruppo di ragazzi e di professori del nostro istituto ha avuto l’occasione di visitare il CERN (European Organization for Nuclear Research), il più grande centro di ricerca e studio sulla fisica del mondo.

 

Il gruppo era formato da ragazzi delle quarte SA, C, D e F, e delle quinte B, C, E, F, G e H , che hanno legato subito tra loro, rendendo l’esperienza più divertente. Partendo da Cagliari sono arrivati fino a Ginevra e da lì hanno visitato il CERN, scoprendo come funziona e com’è strutturato. Hanno osservato come funziona il delicato studio delle particelle, visitando due dei quattro rivelatori di particelle LHCb (Large Hadron Collider beauty) e  ALICE (A Large Ion Collider Experiment) e il laboratorio dell’esperimento AD (Antiproton Decellerator). In particolare AD è un deceleratore di particelle, che si occupa di decelerare le particelle di antimateria per permettere di studiarne le caratteristiche.
I ragazzi hanno anche potuto vedere com’è composto l’acceleratore precedente a LHC, il LEP grazie al quale Carlo Rubbia e Simon Vander Meer hanno ricevuto il Premio Nobel della Fisica nel 1984 per la scoperta delle particelle W e Z.

 

Tutti gli esperimenti sono monitorati da attrezzatissimi centri di controllo, che ricevono la grandissima quantità di dati che ogni esperimento produce, e che visionano in ogni momento la situazione, prestando particolare attenzione ai magneti, le parti più importanti in un acceleratore, che permettono la deviazione del flusso delle particelle.
I ragazzi hanno anche avuto l’occasione di visitare le città di Milano, Torino, Aosta e Ginevra. Sono molto diverse dalle nostre città, e il tempo sereno ha permesso al gruppo di scoprirle con delle passeggiate. Milano, Torino e Ginevra sono delle grandi città, accolgono ogni giorno molti turisti e si percepiscono le differenti culture e i diversi modi di vita dei cittadini. Aosta, invece, è una città molto caratterizzata dalla propria storia e dai suoi abitanti. Forse più piccola delle altre, ma non meno vivace e attiva come le altre, e molto impressionante per i paesaggi che la incorniciano. In tutte le città è stato possibile comprare dei ricordi e dei souvenir, mentre le foto scattate hanno immortalato emozioni e momenti preziosi che aiuteranno e non far scordare questa entusiasmante esperienza. 

 

Giulia Cappai IV SA
 





 Scrivi alla Redazione  Versione stampabile  Invia questo articolo
Credits